Natale è passato

Anche quest’anno abbiamo guardato i più deboli. E abbiamo girato lo sguardo dall’altra parte, verso le nostre case ricche di alberi, palle, cenoni, presepi, panettoni, pandori, regali, bambini capricciosi e tombole.

Poveri, clochard, migranti, vecchi, malati, tossicodipendenti, detenuti. Magari solo scrivendone riesco ad alleggerirmi la coscienza. Riesco a calmare quel senso di malessere che anno dopo anno si fa più pesante durante queste feste.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...