Notti frenetiche – cronache delle ferie – giorno 13

divertimento folla

Divertimento vero

Discoteche sulla costa, glamour, night club, svegli fino all’alba, ballare, divertimento, sballiamoci col Cuba Libre, ogni giorno un post con la descrizione di un locale, un vip, migliaia di visite sul blog… Ecco, non avete capito un cazzo! Preferirei andare a lavorare piuttosto che fare una vita così. La vita notturna la lascio agli altri, ai giovani. Io sono vecchio, vecchio dentro. Anche a sedici anni ero così. Andavo in discoteca perché ci andavano gli altri. Ballavo pure, sembravo un cazzone,  non capivo come facessero a divertirsi. La vita io la vivo di giorno, rispetto i cicli circadiani, potrei fondare una religione: il Circadianesimo.

Sveglia quando vuoi, mare, quando fa troppo caldo si torna a casa, per strada una granita o un “caffè del nonno”, pranzo, siesta sacra, mare, birra, doccia, cena, passeggiata al fresco con birra, altra birra, nanna. Questi sono i comandamenti. Se avete le mestruazioni, sostituite “mare” con “passeggiata culturale” e vai col tango.

 

divertimento banale mare

Divertimento banale

Se volete andare a ballare andate a Ibiza o a Lloret de Mar. E non mi chiamate.

Buona estate

dalla cacca alla guerra

Il cane del mio vicino cacava nell’androne del palazzo. Una serie di eventi ne scaturirono, tali da portarci alla terza guerra mondiale.

Immagine

vietato cacare

Non sottovalutare mai le cose che succedono intorno a te. Come in “sliding doors”, il famoso film, un piccolo evento può cambiare completamente il destino di un uomo e di conseguenza la vita delle persone che gli sono intorno.